Testata Cellole
.: Sei in:  Home Page »  Arte :.

Villa S. Limato VILLA ROMANA DI SAN LIMATO
A nord della colonia romana di Sinuessa sorge la villa marittima in località San Limato, i cui resti sono in parte inglobati nella masseria di S. Limato. La villa, l’unica scavata e visitabile nella zona, costituisce un lussuoso esempio dell’edilizia residenziale suburbana di Sinuessa, che doveva presentare una serie di complessi di questo tipo sia lungo la costa a nord che lungo il litorale a sud della città antica.


Chiesa di S.MArco CHIESA DI SAN MARCO
La chiesa di San Marco è il monumento cristiano più significativo di Cellole, e ancora oggi, motivo di orgoglio dei suoi abitanti. La sua costruzione originaria risale al IV-V sec.
La venerazione si San Marco è probabilmente da collegarsi al passaggio dell’Apostolo Pietro il queste zone, seguito dall’Evangelista Marco.
Questa piccola chiesa, attorno alla quale si sviluppò il primo centro abitato di Cellole, fu l’unica parrocchia sino al XVI sec..
Lo stile della chiesa è un esempio dell’arte bizantina, con struttura rettangolare, la quale è composta da blocchi di tufo nero molto comune nell’area del sessano poiché zona vulcanica; l’intonaco interno della chiesa è composto da calce e sabbia.



Chiesa di S.Lucia LA CHIESA DI SANTA LUCIA
La nuova chiesa di S. Lucia fu edificata verso la fine del ‘700 e completata nel 1804, in sostituzione dell’omonima chiesa di origine medioevale di cui restano ancora oggi i suggestivi ruderi presso l’attuale villa comunale.
Fu edificata a circa 1000 m dalla chiesa di S. Marco, per l’unità dei fedeli che avevano costruito nel tempo le proprie abitazioni verso S-E in direzione del mare.



Le Torri LE TORRI DI CELLOLE
L'uso delle torri di avvistamento sulla costa ha origine antichissima; Plutarco nella vita di Pompeo scrive di torri di osservazione e fortificazione usate dai pirati nelle guerre contro i romani.
Queste torri permettevano di avvistare le navi nemiche e di lanciare segnali a vista con il fuoco di notte e il fumo di giorno.
Questo sistema fu usato da Jbrahiam reggente e sovrano del grande impero islamico dall’875, che fece costruire sulla linea costiera dei suoi domini una serie di torri che permettevano di comunicare in una sola notte da Centa ad Alessandria d’Egitto.
Del sistema difensivo a Cellole sono presenti e in ottimo stato di conservazione due torri: la torre di Cerrito e la torre del Parroco

Centrale DX